Logo Entente

Congresso Entente Européenne
d'Aviculture et de Cuniculture

Verbale Assemblea Generale
Leusden/NL - 27 Maggio 2006

Verbalizzante: Dietmar Kleidtsch - Traduzione: Sabina Tonetto
Presenti

Sono presenti 118 delegati e ospiti da 21 paesi con 65 voti

Presidente: Urs Freiburghaus
Verbalizzante: Gion P. Gross

Ordine del Giorno:

1. Introduzione e saluti
2. Verifica delle presenze
3. Approvazione del verbale del congresso dell'EE - Mondorf/Lux 07.05.2005.
4. Relazione del Presidente
5. Relazione del Segretario Generale
6. Relazione dei Presidenti delle sezioni (Avicoli, Conigli, Colombi, Cavie, Uccelli)
7. Relazione del Presidente del Comitato di Protezione degli Animali
8. Relazione del Cassiere e dei Revisori
9. Elezioni
9.1 Conferma delle elezioni delle Sezioni
9.2 Revisori
9.3 Revisore supplente
10. Onori
11. Proposte
12. Accettazione nuovi membri
13. Informazione congresso EE
14. Informazione Mostra Europea 2006 a Lipsia
15. Iniziative
16. Varie ed eventuali

TOP 1 - Presentazione e Saluti

Il Presidente Urs Freiburghaus saluta i presenti, in particolare il Presidente Onorario, Edwin Vef, il Dr. Lothar Heinrich, direttore della Mostra Europea di Lipsia, il Comitato Organizzatore e i Membri Onorari Presenti. Come ringraziamento per l'organizzazione viene consegnato ad Hans Schipper e Jan Kamps una medaglia europea.

Introduzione del Presidente

Con molta gioia e soddisfazione posso osservare che quello trascorso è stato un anno ricco di lavoro e successi. L'anno passato è stato molto intenso a causa principalmente dell'influenza aviaria, che come uno spettro è aleggiato sulle attività delle nostre associazioni. Tornerò a parlare di questo tema nella mia relazione. Nonostante queste spiacevoli circostanze, l'allevamento degli animali di piccola taglia si è diffuso in modo intensivo; ciò ha dimostrato ancora una volta, che in tempi difficili si cerca la vicinanza con gli altri, più di quando non ci sono problemi.

La ricerca della vicinanza degli altri è uno dei principali doveri della Federazione Europea degli allevatori di animali di piccola taglia. Questi ponti possono varcare tutti i confini, da un amico all'altro.
Questo patrimonio ideale è il motivo su cui si fonda la creazione di una sezione degli Uccelli nell'EE. L'odierna ammissione della sezione Uccelli nella Federazione Europea è per me un momento di grande gioia.
Inoltre ci rallegriamo di poter accogliere come nuovo membro dell'EE la Sezione Colombi della Romania.

Queste brevi osservazioni ci portano alle nostre comuni attività nell'ambito dell'allevamento degli animali di piccola taglia, e a viverlo in modo ancora più intenso.
A questo proposito è importante, che noi seguiamo le nostre attività in pace e amicizia nei nostri ambienti; solo cosi potremo attirare a noi i giovani e nuovi membri per l'allevamento dei nostri animali.
Con orgoglio guardo ai 2 milioni di famiglie europee impegnate nell'allevamento; assieme a loro possiamo far fronte con successo al nostro compito.

Un minuto di silenzio per ricordare i colleghi e le colleghe che sono venuti a mancare durante l'anno appena trascorso.

Top 2 / Verifica delle presenze

Biglietti di voto distribuiti: 65
Maggioranza Assoluta: 33
Presenti: 118

TOP 3/ Verbale del Congresso dell'EE - Mondorf/Lux 07.05.2005

Il verbale viene approvato e vengono ringraziati i relatori.

TOP 4 / Relazione del Presidente

Volentieri vi avrei raccontato, che l'anno federale è trascorso nel segno della Mostra Europea di Lipsia dal 8 al 10 Dicembre 2006. Purtroppo abbiamo dovuto vivere questi mesi in modo turbolento a causa dell'influenza aviaria.

Naturalmente le attività di organizzazione della Mostra Europea di Lipsia hanno richiesto ed occupato uno spazio notevole. In merito ad entrambe le questioni relazionerò in modo dettagliato in seguito

La presidenza nell'ultimo anno si è riunita 4 volte per i lavori di preparazione della Mostra europea.

L'8 agosto 2005 ad Offenbach nella sede della BDRG (Bundesverband Deutscher Rassegeflügelzüchter - Federazione tedesca degli avicoltori) oltre alle normali attività si è lavorato soprattutto alla sistemazione del regolamento delle mostre europee ed alla stesura del nuovo regolamento per le mostre europee dei giovani. Nel contempo abbiamo avuto la possibilità di visitare uno dei più antichi parchi avicoli della Germania, a Erlenbruch; ringraziamo il BDRG per l'ospitalità offerta.

Il 3 Dicembre 2005 ci siamo incontrati presso la Fiera di Lipsia. Qui per la prima volta sono state discusse e confrontate le condizioni generali della Mostra Europea con la direzione dell'esposizione e la direzione della Fiera di Lipsia. Contemporaneamente si è riunito anche il collegio dei revisori.

Il 10-11 Febbraio 2006 ha avuto luogo la seduta ordinaria della presidenza, nuovamente nel centro congressi di Lipsia. Contemporaneamente abbiamo avuto la possibilità di presentare le ultime richieste aperte alla direzione della Mostra Europea.

La quarta riunione della Presidenza ha avuto luogo qui a Leusden lo scorso Giovedì 25 Maggio; oltre ai normali punti dell'ordine del giorno abbiamo trattato ampiamente le questioni dell'influenza aviaria e della mostra europea.

I nostri membri hanno comunicato il desiderio che il Comitato di Protezione degli Animali venga trasformato nella Commissione per la Salute e la Protezione degli animali. Nell'incontro di giovedì abbiamo discusso ed accettato questa proposta.
Il responsabile del Comitato di Protezione degli Animali Prof. Schille ne parlerà dettagliatamente al punto 7 dell'Ordine del giorno.
In merito alla Mostra Europea verranno discussi i dettagli al punto 14 dell'ordine del giorno.

Le sanzioni europee circa l'influenza aviaria hanno colpito le nostre Associazioni in tutta Europa. Proprio all'inizio della mia introduzione ho sottolineato che questa malattia è stata la fonte della maggior parte delle nostre preoccupazioni.
La cosa peggiore è la confusione che hanno comportato le ordinanze degli stati emesse a questo proposito. Spronato dal panico provocato dalla cattiva informazione dei mass-media, sono state introdotte disposizioni da parte degli stati, non del tutto necessarie ed opportune. Queste disposizioni diverse da stato a stato, e spesso diverse da regione a regione, hanno reso complessa la nostra attività. Inoltre l'Unione Europea non è stata in grado di proporre delle prescrizioni coercitive ai propri stati.
Così alla fine ogni stato può fare ciò che vuole; la cosa peggiore consiste nel fatto che, più si scende nella gerarchia, tanto più si incontrano zelanti funzionari che cercano di mettere in difficoltà le nostre Associazioni.

Sul piano decisionale, secondo me il collegio dei veterinari ha sconfinato nel potere assoluto. Molte mostre sono state annullate da parte di collegi dei veterinari, che hanno agito in maniera testarda. Questo ha comportato danni anche materiali, ma il peggio è che molti allevatori tendono ad abbandonare il nostro hobby.
In particolare l'obbligo di rinchiudere gli animali in ambienti chiusi ha comportato parecchie difficoltà agli allevatori.

Cosa possiamo fare noi contro tutto questo? È importante cercare contatti costanti con le autorità competenti. Molte persone pensavano, che l'EE dovesse intraprendere più attività in questo senso. A tal proposito posso dire che l'EE ha il compito di esporre questi problemi all'Unione Europea; già due sedute si sono svolte a Bruxelles e abbiamo potuto influire e riportare dei risultati sono molto positivi sugli stati membri.

Le seguenti questioni sono state affrontate:
1. Unificazione delle prescrizioni negli stati europei
2. Possibilità di una vaccinazione. L'unione Europea può già offrire un vaccino, con il quale gli animali vaccinati possano essere distinti chiaramente dagli animali infetti. Con questo vaccino è possibile anche la spedizione degli animali e l'esposizione degli animali nelle mostre. Qualora dovesse essere utilizzato questo vaccino, gli animali vaccinati non dovrebbero più rimanere chiusi nei pollai, cosa che naturalmente sarebbe molto importante per i nostri allevatori.
3. Dall'Unione Europea devono giungere prescrizioni chiare; con il vantaggio che le nostre mostre possono aver luogo. Dobbiamo lottare con forza per la difesa del nostro hobby, per evitare che le nostre mostre vengano impedite a causa dei circoli veterinari locali.

Queste decisioni devono andare molto oltre e devono essere stabilite per legge. Non deve avvenire che, ciò che dal mio punto di vista spesso è un chiaro abuso di potere, possa danneggiare le nostre attività.

Nella seduta del 22 maggio a Bruxelles sono state fissate soprattutto le condizioni generali della mostra europea di Lipsia.

Nella seduta del 27 aprile abbiamo saputo dal Dr. Fussel, che il gruppo di lavoro per la difesa degli animali presso l'Unione Europea non esiste più in questa forma. Noi abbiamo l'intenzione di introdurvi il nostro Presidente del comitato per la protezione degli animali, Prof. Hans-Joachim Schille. La discussione ha avuto i seguenti risultati:
Il Dr. Fussel è disponibile a presentare la candidatura del Prof. Schille; per questo motivo il prof.Schille era presente per la prima volta alla seduta del 22 Maggio. Per noi è un successo molto importante, in quanto possiamo presentare i nostri problemi presso l'Unione Europea.

Alla seduta del 22 Maggio hanno preso parte il Dr. Lothar Heinrich, il Prof. Hans-Joachim Schille e il veterinario responsabile per la Mostra Europea. Sarebbe molto importante che ogni Federazione nazionale si impegnasse presso i ministeri nazionali competenti. Come Federazione Europea possiamo intervenire per dare aiuto solo per casi eccezionali.

Sono a conoscenza dalle trattative in Germania e in Svizzera e devo dire che questi contatti con le autorità statali sono molto proficue.
Discutere e litigare oppure scrivere lettere infinite e gli innumerevoli provvedimenti delle autorità non aiutano. Solo incontri correttamente organizzati con le autorità competenti possono continuare ad aiutarci.
È importante non darsi per vinti alla prima risposta negativa. Dobbiamo lottare con forza per i nostri obiettivi, e se è necessario scendere in piazza a dimostrare, come ha fatto la BDRG che ha manifestato con 3000 persone a Berlino di fronte alla sede del Ministero dell'Agricoltura. Le restrizioni comportano anche danni ambientali ed economici, che in tutta Europa ammontano a molti milioni di euro.
Purtroppo abbiamo dovuto anche constatare che noi come allevatori amatoriali veniamo dopo i diritti degli allevamenti industriali. Nonostante questo continueremo a batterci su tutti i campi per le nostre attività e per raggiungere i nostri obiettivi.

All'interno delle sezioni dell'EE si è lavorato intensamente. Ringrazio a questo proposito i Presidenti delle Sezioni per il loro lavoro; in particolare voglio sottolineare l'importanza degli incontri di aggiornamento.
Le sezioni avicola e colombofila si sono incontrate a settembre 2005 in Olanda in un incontro di aggiornamento giudici molto partecipato e ben organizzato.
La sezione cunicola ha realizzato già il terzo incontro di aggiornamento giudici in Svezia, che è stato ugualmente molto partecipato.
Auspico che durante gli anni in cui si svolgono le mostre europee questi incontri di aggiornamento si possano svolgere negli stati che ospitano le mostre stesse. In questo modo molti più giudici del paese organizzatore avrebbero la possibilità di partecipare ai corsi di aggiornamento. Gli incontri di aggiornamento dei giudici sono imprescindibili allo scopo di migliorare ed arricchire lo Standard e le capacità di valutazione.

A causa della difficile situazione finanziaria della EE, abbiamo ridotto al minimo la partecipazione alle mostre internazionali. Dal momento che molte mostre sono state disdette, questo non ha influito molto.

Mostra Tedesca del giovane riproduttore - Hannover 2005 Questa mostra è stata realizzata poco prima del blocco delle esposizioni.
In realtà il blocco era già stato proclamato, ma un collegio di veterinari molto ragionevole ha concesso l'autorizzazione alla realizzazione della mostra. È stata organizzata una conferenza sul tema della influenza aviaria che è stata poi riportata dalla televisione e da parecchi giornali.
Mi ha impressionato osservare che, l'epidemia aviaria sia riuscita ad attrarre così tanti giornalisti ad una delle nostre mostre.

Mostra Nazionale Tedesca dei Conigli - Norimberga 2005 Più di 32.000 conigli di razza hanno offerto qui uno spettacolo veramente meraviglioso. I giganteschi padiglioni della fiera, puliti e preparati per l'occasione, hanno fatto pubblicità all'allevamento cunicolo di altissimo livello.

VDT e Mostra di Lipsia - Lipsia 2005 Anche qui erano esposti 37.000 animali, compresi polli, anatre e oche. Nonostante fosse già iniziato da una settimana il periodo di proibizione delle mostre, un collegio veterinario lungimirante ha autorizzato questa mostra.

Vi ho già riferito circa lo stato delle trattative con l'Unione Europea.
È in preparazione la presentazione della Federazione Europea nell'atrio dell'edificio dove ha sede il Parlamento Europeo a Strasburgo o Bruxelles. C'è ancora bisogno di un po' di tempo. La strada per giungere alle autorità europee ci è stata riaperta dal Dr. Lothar Heinrich e dal deputato europeo Dr. Lutz Goepel. Ringraziamo ufficialmente entrambi per la loro collaborazione.

Altri contatti internazionali Attraverso il presidente dell'EE
Norimberga/D
Visita presso l'incontro degli allevatori di colombi nel museo dei colombi di Norimberga. Qui viene fatta, come da nessun'altra parte, politica internazionale delle associazioni colombofile.
Reisbach/D

Incontro con il deputato del parlamento tedesco Max Straubinger. Il signor Straubinger è in buoni rapporti con il ministro tedesco dell'agricoltura Horst Seehofer ed è sempre pronto a sostenere in modo concreto le nostre richieste.

Ovunque sono stato accolto in modo molto amichevole e mi sono convinto dell'efficienza delle diverse associazioni. Certamente ci sono ancora molti inviti a visitare mostre e per altri motivi; chiedo comprensione se non posso essere presente ovunque.

Ieri si è riunito per la terza volta il nuovo Consiglio per la protezione degli animali dell'EE qui a Leusden. Il Prof. Schille ce ne parlerà al punto 7 dell'Ordine del Giorno; ringraziamo i membri del consiglio.

Come possiamo notare il lavoro non è mancato; e questo non dipende dal pericolo che ci minaccia in questo tempo o nel prossimo futuro.
È molto bello sapere che nella realizzazione questo gran lavoro sono sostenuto dai miei colleghi dell'ufficio di presidenza e da altre personalità. Senza questo sostegno, un tale compito non sarebbe realizzabile, grazie a tutti per questo. In questo ringraziamento voglio includere anche le mogli dei membri della presidenza dell'EE. Esse collaborano attivamente in queste attività e soprattutto spesso devono rinunciare ai loro consorti.
Mi aspetto un nuovo anno molto produttivo, durante il quale io possa aver la possibilità di cooperare con tutti gli allevatori.

Il vicepresidente Jaroslav Kratochvil mette la relazione ai voti. La relazione viene approvata all'unanimità

TOP 5 / Relazione del Segretario Generale

Incontrarsi è un inizio, rimanere insieme è un progresso, collaborare porta al successo. Henry Ford
Non è la prima volta che cito questa frase di Henry Ford all'inizio delle mie relazioni. E penso che sia perfetta per i nostri congressi dell'EE.
61 Persone da 19 paesi hanno rappresentato 61 voti all'ultima Assemblea Generale lo scorso anno a Mondorf les Bains. Questo congresso, organizzato in modo perfetto da Silvy Andrich e dai suoi collaboratori, rimane fra miei migliori ricordi.
Il momento più importante è stato sicuramente la nomina di Jaques Vitry, Miky Tompers e Hans Zürcher come membri onorari dell'EE.

Ci rallegriamo sin d'ora per la Mostra Europea di Lipsia, la quale improvvisamente è stata messa in dubbio. [accidenti all'influenza aviaria!]. Per questo si e molto sentito e molto parlato nelle Sezioni dell'EE anche negli ultimi mesi; perciò non tornerò nuovamente sull'argomento.
Molto importante è sapere che la Mostra Europea ci sarà, e nella peggiore delle ipotesi ospiterà solo i conigli e le cavie. Per il momento siamo convinti che la mostra si svolgerà come previsto: a questo proposito i segnali sono molto buoni!
Per l'EE e per tutti gli allevatori degli animali di piccola taglia, questa mostra sarà molto importante. Sono previsti 10.000 visitatori da tutto il mondo. L'allevamento dei nostri animali sarà un punto centrale per i media e anche della critica.

Questa mostra Europea è molto importante anche per la nostra situazione finanziaria.
Dopo l'ultima Mostra Europea, la Svizzera ci ha concesso un prestito e ora è la Danimarca ad averci finanziato; in questo modo siamo riusciti almento a far fronte ai nostri obblighi.
Senza mostra europea l'EE non sarà in grado di far fronte a molti pagamenti, a meno che non si riescano a reperire altri finanziatori; questo perché l'ammontare annuo del contributo non è molto alto, ma per molti stati rimante comunque troppo alto.

Cambiamo tema e parliamo del nostro sito internet www.entente-ee.com.
Innanzitutto ringrazio il nostro Webmaster, Hans Zürcher. Se oggi si vuole mantenere un sito internet, è necessario un grande dispendio di tempo che Hans Zürcher concede gratuitamente.
Invito tutti a visitare regolarmente il sito; troverete anche relazioni e informazioni in merito alla Mostra Europea di Lipsia.
Dovremmo preparare una nuova lista dei membri in Excel da pubblicare sul Web da poter poi ordinare secondo tutti i criteri. Dobbiamo ancora però considerare il problema della protezione dei dati. Il mio indirizzo e-mail: gion.gross@educon.ch.
Preparerò la lista con tutti i dati, e ve la posso spedire via e-mail su vostra richiesta.
Dal momento che devo inserire i nuovi dati aggiornati a questo congresso, concedetemi per favore ancora una settimana per potervi fornire una lista aggiornata.
Vi sarei anche grato se mi terrete informato delle variazioni in modo da poter tener aggiornata la lista.
Anche lo scorso anno hanno avuto luogo incontri con diversi stati per l'inserimento nell'EE; questi stati sono nell'Europa Orientale, dove le capacità finanziarie delle associazioni sono diverse da quelle dell'Ovest.
Perciò la Bulgaria e la Macedonia devono attendere per fare ingresso nell'EE con le loro sezioni dei colombi, fino a quando le loro finanze lo permetteranno.
I rumeni, che hanno presentato tutti i documenti necessari all'ingresso nell'EE, sono qui presenti e possono essere accettati.
Anche la Sezione Avicoli della Polonia è nuovamente attiva, e siamo contenti di poter salutare i tre rappresentanti di questa sezione.
Oggi realizziamo un nuovo importante obiettivo: con la sezione degli uccelli molti allevatori entreranno a far parte dell'EE.

"Il nostro desiderio è anche avere più riconoscimento ufficiale e avvicinarci di più alle autorità pubbliche. Ottenere più rispetto e attenzione dai media"; questo ho scritto nella mia ultima relazione. Cosa possiamo fare a questo scopo?
Sicuramente vale sempre, la ricerca continua di incontri e colloqui, sia con persone interessate e con altri allevatori, ma specialmente con chi si occupa della protezione degli animali e con le autorità.
In Svizzera si sta svolgendo un progetto, che darà la possibilità agli allevatori di ottenere un contrassegno di riconoscimento del proprio allevamento. Le linee giuda di questo progetto di "Certificazione di allevamento esemplare di animali domestici" sono state elaborate dalle autorità in collaborazione con gli allevatori svizzeri. Se questo progetto dovesse essere realizzato, avremmo dietro a noi sia le autorità che la più grossa organizzazione svizzera per la salvaguardia degli animali, e soprattutto l'interesse dei media, che sicuramente parleranno di questa certificazione.
Se siete interessati alla relativa documentazione visitate il sito internet www.sqk.org
Concedetemi anche di parlarvi di un secondo progetto che si sta realizzando in Svizzera. Questo non per accentuare le attività della Federazione Svizzera; sono dell'opinione che le buone idee si possono anche copiare adattandole alle varie realtà, ma prima è necessario conoscerle.
Quest'anno offriremo per la prima volta formazione e finanziamento ai giovani.
L'attività formativa dura quattro giorni e termina con un esame finale che dura mezza giornata.
Tutta la documentazione relativa è disponibile in un CD unitamente a molti modelli di lettere, domande, check list, regolamenti e molto altro.
Nostro obiettivo è offrire ai giovani uno strumento di conoscenza e di sostegno; inoltre speriamo in questo modo di bloccare il calo dei nostri associati e realizzare qualcosa di positivo per i giovani.
Sarebbe bello se anche gli altri paesi comunicassero le loro proposte. Hans Zürcher sarebbe contento di pubblicarle nel sito dell'EE.
Innanzitutto rallegriamoci per una meravigliosa Mostra Europea con un grande partecipazione di tutti i paesi membri dell'EE; sosteniamo questa mostra, portiamo in esposizione le nostre capacità e le razze dei nostri stati; non potremmo avere occasione migliore per farlo: Lipsia chiama, Lipsia arriviamo!

La relazione annuale del Segretario Generale viene approvata senza voti contrari.

TOP 6 / Relazioni delle sezioni.

Rimandiamo ai verbali delle singole sezioni.

TOP 7 / Relazione del Presidente del Consiglio di protezione degli animali

Il Dr. med. Joseph Rey-Bellet ha preso parte a questa commissione che è stata rinominata in: Consiglio per la salute e la protezione degli animali.
Sono stati creati contatti solidi con Bruxelles e abbiamo realizzato già molto. Una nuova disposizione ha autorizzato la mostra europea.
Una volta all'anno si svolge un incontro a cui partecipa anche il veterinario competente a Bruxelles Dr.Fussel; egli è disposto a partecipare anche ad uno dei nostri convegni.
Verrà elaborato un documento contro l'influenza aviaria che sarà reso disponibile su internet.
In Asia si aprirà un processo per vietare l'allevamento delle anatre ciuffata.

Il nostro grazie al Prof. Hans-Joachim Schille ed ai membri della sua commissione per questo lavoro importante.

TOP 8 / Relazione di cassa

Willy Littau spiega la situazione di cassa. L'ammontare complessivo delle disponibilità è di Euro 2.670,34.
Un prestito della Federazione Danese di 4000 Euro porta la situazione a -329,66
Relazione del revisore: Jaques Vitry legge la relazione dei revisori.
Il bilancio 2005 viene approvato all'unanimità.
Sponsorizzazioni
Il presidente spiega che ci sono dei contatti per ottenere in futuro delle sponsorizzazioni; egli è fiducioso di poter ottenere presto i primi contratti. Il suo obiettivo è di ricevere una sponsorizzazione annuale di 20.000 euro.

TOP 9/ Elezioni

9.1 Sezioni
Le elezioni in seno alle sezioni vengono ratificate dall'Assemblea Generale senza voti contrari
9.2 Elezioni dei revisori dei conti
Si dimette Jaques Vitry
Rimane confermato Flor Dickens
Il supplente, Slavibor Peterzilka, subentra
9.3 Supplente
La proposta come supplente è Istvan Rohringer che viene eletto all'unanimità.

TOP 10 / Onori

Urs Freiburghaus si congratula con Silvy Andrich per l'elezione al Parlamento del Lussemburgo e le consegna un omaggio floreale.
Werner Iseli, Istvan Rohringer e Urs Freiburghaus vengono nominati membri onorari dell'EE.

TOP 11 / Richieste

La Presidenza sottopone all'Assemblea Generale le seguenti proposte:

1. Proposta
Ammissione della sezione degli uccelli nell'EE.
I seguenti stati hanno presentato l'istanza di ammissione.
Germania
Croazia
Austria
Svizzera
Rep.Slovacca
Slovenia
Rep.Ceca
Sono in corso trattative con altri paesi interessati.
Nella riunione della Sezione di ieri è stato eletto Presidente della Sezione Uccelli Günter Huber. Come segretario della sezione è stato eletto lo svizzero Heinz Stephani.
La sezione degli uccelli viene accolta nell'EE all'unanimità.

2. Proposta
A seguito dell'ammissione della Sezione Uccelli come quinta sezione dell'EE, devono essere modificate e completati il regolamento dell'EE e gli statuti.
I delegati approvano all'unanimità.

TOP 12 / Accettazione dei nuovi membri

Bulgaria e Macedonia non possono ancora accedere all'EE per motivi finanziari.
La sezione Colombi della Romania ha presentato richiesta di ammissione all'EE.
Tutte le condizioni sono rispettate.
La sezione Colombi della Romania viene accettata senza voti contrari.

TOP 13 / Prossimi congressi dell'EE

2007 - 18-21 Maggio - Bratislava (Rep.Slovacca)
Il rappresentante della federazione slovacca presenta brevemente il programma del congresso.
2008 - 1-4 Maggio Pula (Croazia)
2009 - 21-24 Maggio Belgio
2010 - 13-16 Maggio Spagna

TOP 14 / Europaschau 2006 in Leipzig

XXVª Mostra Europea EE - Iª Mostra Europea Giovani
Dal 8 al 10 Dicembre 2006 a Lipsia.
Il Dr. Lothar Heinrich spiega i dettagli tecnici della mostra e i particolari degli spazi espositivi.

TOP 15 / Iniziative

L'assemblea non presenta alcuna richiesta.

TOP 16 / Varie ed eventuali

Viene approvata l'attività di Jaques Vitry, che partecipa al congresso europeo per l'ultima volta nella sua veste ufficiale
Il Presidente invita a sostenere finanziariamente il progetto di un giardino avicolo e per l'Associazione per la formazione di giovani agricoltori Ju Wi Ra.

Conclusioni

Grazie ad una grande disciplina mi è stato possibile concludere questo ricco ordine del giorno nei tempri previsti.
Vi ringrazio ancora per il grosso lavoro che svolgete all'interno delle vostre organizzazioni.
Nonostante le difficolta contingenti relative all'influenza aviara, siete riusciti a portare avanti le attività delle vostre associazioni. Il vostro coraggio e le vostre capacità portano profitto sia alle nostre attività associative che all'intera società.
Per tutto questo giunga il nostro grazie.
E ora vi chiesto, di portare queste informazioni nei vostri paesi e pubblicarle nelle vostre riviste, così che queste notizie possano giungere fino alla base.
La Federazione Europea con i suoi circa 2,5 milioni di membri, è un'organizzazione molto forte. Non dobbiamo nasconderci ma mostrarci in pubblico sicuri della nostra forza. Siamo qualcosa ed abbiamo anche qualcosa da offrire.

Ancora una volta ringrazio il responsabile dell'organizzazione di questo congresso europeo, sotto la direzione dell'amico Hans Schipper, che hanno reso possibili queste belle giornate a Leusden.
Vi auguro un bel soggiorno a Leusden e domani un buon ritorno a casa.
Arrivederci al più tardi al prossimo congresso europeo a Bratislava.
Il presidente Urs Freiburghaus dichiara conclusa l'Assemblea Generale dell' Entente Europeenne 2006.

Leusden, 27.05.2006

Gion P. Gross Generalsekretär

Clicca QUI per visitare il sito dell'Entente Européenne