VARIE

Sussex: Piumino bianco o grigio?

di Fabrizio Focardi

Oggi, 02/03/2007, ricevo la copia della lettera di risposta del Club Inglese della Sussex e qui la riporto, tradotta:

Entente Europeenne Divisione Volatili
Commissione Standard ESK-G
Presidente Urs Lochmann
Plattenstrasse 83, CH-505
Ertinsbach SO

15 Novembre 2006 Vostra Ref.: CH5015 ERLINSBACH so 27/09/06

Direttive dello Standard della Sussex

«Gentile Signore,
quanto in oggetto mi fu passato il 14/11/2006.
Con riferimento alla colorazione Bianca Columbia Nero, Fulva e Rossa. Sì, noi seguiamo le direttive.
Gruppi di allevamento contengono animali con piumino scuro per aiutare a mantenere il disegno nero nelle Columbia.
Animali da esposizione devono avere piumino bianco, questa è la nostra preferenza.
Soggetti con piumino di altro colore rispetto a quello stabilito dal nostro standard sono penalizzati, ma ancora presi in considerazione.
Tipo e taglia, insieme, portano più punti del colore.
La razza dovrebbe prima e soprattutto rappresentare un pollo dalle buone qualità per la tavola con carne bianca.
Nel periodo in cui la razza era più popolare, gli animali che portavano piumino scuro erano considerati produttori di soggetti con la carne più bianca.
I cambiamenti proposti dalla Commissione Standard Europea non sarebbero accettabili se i loro volatili dovessero essere esibiti in mostre sotto il nostro patronato.
In conclusione è stato un peccato che sia stata visitata la Royal Cornwall Show per comparare lo standard.
La mostra da visitare per vedere i migliori soggetti prodotti in Gran Bretagna è la "Mostra Nazionale" che si tiene al "Stoneleigh National Agricoltural Center". La prossima mostra si terrà il 3 e 4 Febbraio 2007. »

Commento di Fabrizio Focardi
Sussex

0,1 Sussex - Bianco columbia
EC v97 Allevatore E.Reimers - Mostra Europea Lipsia 2006

In poche parole, gli inglesi convengono nell'affermare che, per avere un buon disegno, occorre usare soggetti con piumino grigio, ma che in mostra sono preferiti soggetti a piumino bianco.
Parlano poi di qualità della carne, e concordo sul fatto che la Sussex sia principalmente una razza da carne; ma chi può affermare che un soggetto a piumino bianco sia più prelibato di uno a piumino scuro? Lo si deve dare per scontato nel giudizio?
Oltretutto - e questo mi sembra un controsenso -, secondo il Club inglese i soggetti migliori, con carne più bianca e quindi più prelibata, derivavano da riproduttori con piumino grigio.
Se la mole e la qualità della carne si devono ritenere due caratteristiche peculiari, il piumino grigio, che determina queste due qualità, dovrebbe ritenersi un pregio e non un difetto. Nella lettera si consiglia di visitare la Nazionale di Stoneleigh, invece della regionale che il Presidente del Club tedesco ha visitato.
Questo mi può trovare d'accordo se si vogliono vedere soggetti migliori, ma i giudizi dovrebbero parlare chiaro.

Anche di fronte ad una maggiore tolleranza, usata in mostre minori, il difetto o la preferenza vanno sempre menzionati sul cartellino, altrimenti come si aiuta l'allevatore nella selezione?
Altre colorazioni avevano problemi analoghi: le perniciate a maglie e quelle orlate, ad esempio. Nelle perniciate il petto dei galli era richiesto nero, ma per avere galline con un buon disegno, chiaro e netto, occorrevano galli con il petto leggermente orlato; da qui la necessità di diversi gruppi riproduttori: uno per avere galline con buon disegno ed un altro per avere galli con petto nero.
Non molti anni fa ci siamo resi conto del controsenso, ed è stata fatta la modifica richiedendo nei galli un petto con leggera orlatura nella punta delle penne del petto.
Rimango pertanto della mia opinione, e voi?

Fabrizio Focardi


Risposta di Lico Andreotti

Caro Fabrizio
Ho letto con molto interesse il tuo articolo sulla Sussex colorazione Bianco Columbia Nero e sue derivazioni Rossa e Fulva; ritengo che le tue conclusioni siano esatte e anch'io sostengo che sia giusto adeguarsi alle conoscenze conseguite in anni di allevamento e selezione, senza dover creare più linee di selezione con l'unico scopo, di accontentare la tradizione allevatoria e selettiva di pochi.
Ritengo di doverti far sapere che da quando ho iniziato ad allevare la razza Sussex Bianco Columbia Nero non ho dato particolare importanza al colore del piumino (anche perché nello standard americano cui facevo riferimento, riporta chiaramente piumino bianco) e solo di recente, dopo aver parlato con te ho dato il giusto peso a questa cosa.

Posso solo aggiungere che nei soggetti da me allevati, ho notato che il colore del piumino varia da zona a zona del corpo, sia come presenza o assenza di grigio sia come intensità dello stesso.
Le zone che hanno maggior difficoltà a detenere il piumino grigio sono il ventre e le cosce, mentre il dorso ed il petto presentano (sempre nei miei soggetti) maggiore intensità di grigio; devo inoltre dire che i soggetti in mio possesso non hanno un buon disegno delle ali, presentando ampie zone di bianco nel vessillo interno al posto del nero.
Anche il disegno delle copritrici della coda non è dei migliori, presentando una orlatura troppo invadente.
Purtroppo le mie esperienze dirette si limitano a ciò che ti ho riferito e gli animali in mio possesso sono attualmente molto pochi (causa volpe), anche se vale la pena ricordare la nostra recente visita alla Mostra Europea di Lipsia, dove abbiamo notato che le galline Sussex che hanno conseguito i migliori giudizi, erano quelle che presentavano piumino grigio diffuso su tutto il corpo.

Lico Andreotti


Risposta di Secondo Rore

Ciao,
il tuo articolo della Sussex è interessante sia dal punto di vista tecnico sia perché viene data una possibilità ancora una volta agli allevatori italiani di intervenire su un argomento avicolo.
Personalmente credo tu abbia ragione quando dici che sia meglio avere un piumino grigio come la Wyandotte e come la Brahma, averlo bianco andrebbe davvero a discapito del disegno e se priviamo questa razza del disegno sarebbe come vedere una bella donna senza le proprie curve ....
Salutoni

Secondo Rore Lazzaro


Risposta di Vanni Tomasella

Caro Fabrizio
Innanzitutto ti ringrazio dell'interessamento riguardo i Sussex, avere tutte queste informazioni mi agevola molto.
Anche se sembro una persona molto decisa e sicura, sto sempre molto attento alle osservazioni altrui.
Cercherò di comunicarti tutte le informazioni possibili prendendo spunto dalle mie esperienze personali, anche se poche.

A casa mia ho Sussex con il piumino bianco e con piumino in parte bianco e in parte grigio; inoltre ho... ma te ne parlerò più avanti.
Le galline con piumino bianco, hanno un piumaggio di base bianco opaco molto uniforme, le remiganti sono parzialmente nere nella parte interna della piuma, e le piume della coda, dove dovrebbero essere nere (timoniere) hanno una grossa orlatura bianca non ben definita, e quelle orlate (copritrici della coda) sono completamente bianche o quasi.
Passiamo adesso alla mantellina del collo.
L'orlatura è solo presente nel collo senza andare ad occupare l'inizio della schiena e delle spalle, il disegno è ben definito, il nero è opaco.
Nel gallo si ripetono gli stessi problemi, anche se in modo meno evidente, con remiganti con poco nero dove serve, falciformi con un pò troppo bianco e mantellina del collo nero opaco.
In tutto questo cosa ci vedo di positivo? Solo una cosa: il piumaggio, dove dovrebbe essere bianco, è sicuramente bianco.
Passiamo adesso ai Sussex con piumino grigio.
L'anno scorso ho incrociato un gallo con piumino grigio molto scuro con delle galline con piumino bianco, da questi sono nati circa metà con piumino bianco, con i soliti problemi di colorazione e metà con piumino grigio.
Il piumaggio di base è di un bianco più brillante, con una tonalità più fredda.
Con la maggior parte dei polli con piumino grigio ho risolto da subito il problema delle remiganti, con un nero uniforme nella metà interna della piuma, anzi in molti soggetti ho avuto un esubero di nero che andava ad occupare una piccola parte della metà esterna (che dovrebbe essere bianca).
Le timoniere sono nere e le copritrici della coda nere con una grossolana orlatura bianca che penso potrebbe migliorare con un'accurata selezione.
La mantellina del collo ha un nero molto marcato, in soggetti con piumino particolarmente scuro, si notano dei riflessi verdi, ma l'orlo bianco perde di intensità sembrando quasi grigio chiaro.
Da quel poco d'esperienza che ho fatto con i Sussex mi rendo conto che l'aspetto piumino potrebbe essere molto importante nella selezione di buoni soggetti.
Penso che lavorare con soggetti con piumino bianco sia fatica buttata via, è difficile recuperare il nero perso, e penso che sia necessario anche far attenzione nel lavorare con soggetti con piumino troppo scuro, potrebbe venir fuori del nero in eccesso dove invece ci dovrebbe essere del bianco.

Penso che il giusto equilibrio si trovi a metà, i miei soggetti più belli hanno il piumino grigio molto chiaro quasi sul bianco (vedi la super gallina presa a Lipsia).
Una curiosità, nella prima covata fatta nascere un mese e mezzo fa e nell'ultima fatta nascere una settimana fa, mi sono nati 3 pulcini con il piumino non bianco o giallo come è normale che sia, ma nero in diversi punti del corpo.
Appena sono ben impiumati ti farò sapere qualcosa, per adesso quello che si nota, nel primo nato un mese fa, è che l'orlatura continua dal collo alla coda e le remiganti sono quasi completamente nere.
Spero che le informazioni che ti ho dato possano essere utili, mi dispiace di esprimermi forse in modo non molto tecnico, in ogni caso sono sempre presente per eventuali chiarimenti.
Per finire vorrei dire una cosa: "Se anche i Chabo bianchi coda nera avessero il piumino grigio, .... forse sarei più contento dei miei soggetti!". Un saluto

Vanni Tomasella


Conclusioni di Fabrizio Focardi

Mi sembra di capire che i problemi che prospettavo nel mio precedente articolo abbiano trovato riscontro anche all'atto pratico.
Nelle informazioni fornite da Lico e Vanni si notano, nonostante riproducano con gruppi di diversa provenienza, delle interessanti analogie; nei soggetti in cui il piumino grigio non è presente nella totalità del piumaggio, si riscontra una difettosa colorazione delle remiganti e del piumaggio della coda.
Penso che Vanni, quando parla di falciformi, intenda piccole falciformi, che si equiparano alle copritrici della coda nella gallina, dove è ammessa una certa tolleranza su un'orlatura troppo pesante, mentre le grandi falciformi e le timoniere dovrebbero essere proprio nere.
Interessante è anche quello che Vanni aggiunge circa il bianco del mantello - che lui definisce opaco - nei soggetti a piumino bianco; ciò conferma quello che Franz Hallermann dice nel suo articolo, cioè che il bianco, in mancanza del piumino grigio, non sarà più un bianco argento. Infatti per bianco argento si intende un bianco brillante.
E' comunque importante anche che il nero sia intenso, anch'esso brillante ed abbia riflessi verdi: questo aumenta il contrasto col colore di fondo; caratteristica necessaria in questa colorazione.
Voglio invece tranquillizzare l'amico Vanni sull'invasione del nero nel vessillo esterno delle remiganti: se, nelle secondarie, questa invadenza si limita ad una stretta linea a ridosso della rachide, è assolutamente tollerabile - personalmente non ne terrei assolutamente conto in fase di giudizio -; alla stessa invadenza nelle primarie darei invece un'importanza positiva: lo riterrei infatti un pregio, perché qui si richiede un margine bianco e non, come nelle secondarie, tutto il vessillo.
E' però anche qui importante che il nero sia intenso, anche se opaco.
Il difetto più grave nella colorazione delle remiganti è quando il nero è grigiastro e sfuma irregolarmente vero il bianco. Vanni mi dice anche "L'orlatura è solo presente nel collo senza andare ad occupare l'inizio della schiena e delle spalle, il disegno è ben definito, il nero è opaco."
Non capisco bene cosa intenda, ma è bene tenere presente che sulle spalle, nascoste sotto la mantellina, "devono" esserci delle placche nere di forma e grandezza irregolare: ciò denota una buona carica di pigmento.

In conclusione, mi sembra che l'Italia voglia orientarsi verso la presenza di un piumino grigio; come ho detto nell'articolo precedente, proporrei: Piumino grigio, bianco ammesso.
Sono dell'idea che la Germania manterrà il proprio standard.
Spetterà comunque al CTS prendere la decisone definitiva, che verrà poi comunicata al Sig. Jean Claude Periquet, nostro rappresentante in seno alla Commissione Standard europea. Dopodiché non ci rimarrà che attendere, per conoscere cosa sarà deciso per l'Europa.

Fabrizio Focardi